Inserite due collezioni digitali in MICHAEL PDF Stampa E-mail
News - 2007

Ottobre 2007

Come già comunicato nel mese di marzo, il nostro Ateneo ha aderito al progetto europeo MICHAEL - Multilingual inventory of cultural heritage in Europe, che censisce le collezioni digitali di beni culturali a livello europeo e rende accessibili le loro descrizioni attraverso un unico portale di accesso.
In particolare, MICHAEL Atenei censisce tutte le collezioni digitalizzate dalle università italiane sia ad accesso remoto che locale, sia ad accesso libero che a pagamento, sia concluse che in corso, di tutti i tipi di materiale, ma la conditio sine qua non è che si tratti di no born digital.
Recentemente sono state inserite nella piattaforma anche due collezioni del nostro Ateneo, l’Archivio Viaggiatori Italiani a Roma e nel Lazio (AVIREL) e il Museo Erbario della Tuscia (UTV).
L’accesso è alla url http://www.michael-culture.eu, da dove si dovrà selezionare l’istanza italiana michael-it, o direttamente alla url http://michael-culture.it/mpf/pub-it/index.html.
La ricerca può essere effettuata per titolo, tema, area geografica, periodo, tipo di istituzione ecc.
La descrizione della collezione digitale comporta anche quella della collezione fisica, laddove esista, del servizio, del progetto e delle istituzioni che ne hanno la responsabilità, ovviamente con il link diretto alla risorsa on line.

AVIREL (http://avirel.unitus.it/) ha sede presso il Centro interdipartimentale di ricerca sul viaggio dell'Università degli Studi della Tuscia, è diretto dal prof. Vincenzo De Caprio ed è stato realizzato in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Studi Romani. Contiene il full-text di circa 100 testi relativi al viaggio a Roma e nel Lazio, compiuto da viaggiatori italiani fra il 1800 e il 1920, conservati in varie biblioteche pubbliche e private italiane. La Biblioteca digitale, in cui i testi sono classificati secondo un indice sistematico in base all'autore, è corredata di un Catalogo bibliografico, contenente le informazioni relative alla bibliografia delle opere sul viaggio a Roma e nel Lazio, e di un Catalogo iconografico, con circa 1300 immagini, per la ricerca e la visualizzazione delle incisioni presenti nelle opere facenti parte dell'ambito del progetto.

Il MUSEO ERBARIO DELLA TUSCIA (http://www.unitus.it/dipartimenti/dabac/erbario/intro.asp), il cui responsabile scientifico è la professoressa Anna Scoppola, è noto anche come Erbario UTV ed è la collezione digitalizzata di più di 25.000 etichette dei saggi d'erbario contenuti nell'Herbarium. Nato dalle raccolte effettuate dalla stessa professoressa Scoppola negli anni '70-'80 e donate all'Università della Tuscia, viene periodicamente incrementato. Istituito ufficialmente nel 1990, nel marzo 1996 ebbe il riconoscimento ufficiale da parte della comunità scientifica internazionale e fu quindi inserito nell'Index Herbariorum con l'acronimo UTV. L'Erbario della Tuscia è attualmente ubicato nei locali del Dipartimento di Agrobiologia ed Agrochimica dell'Università della Tuscia.

Laddove lo si preferisca, si può accedere alle risorse sopra descritte anche dal sito delle biblioteche.

 
Condividi su Facebook

SBA Unitus
bayan masoz istanbul porno izle black porn porno izle porno has casa porno sirinevler escort antalya escort